La pianura romagnola è una sorta di triangolo equilatero , la cui base è collocata in prossimità della via Emilia. Essa è assai stretta a sud, nella zona riminese, dove presto inizia il territorio collinare. Diventa invece progressivamente più ampia verso nord, in direzione degli altri due vertici di questo verde triangolo ideale: Bologna e Ravenna. Si tratta di una pianura fertile, intensamente coltivata spesso a frutti, in cui non troviamo solo le città principali, Forlì-Cesena e Ravenna, ma anche molti altri centri di dimensioni medie o piccole, ciascuno con elementi di interesse: Bagnacavallo, Lugo, Faenza (zona ravennate); Imola (zona bolognese), Forlimpopoli, Savignano (zona forlivese). Santarcangelo fa in effetti parte della pianura, ma sorge in parte su un’altura, a conferma della natura del territorio riminese. Può quindi essere piacevole perdersi in questa bella campagna come in un mare verde alternativo alla costa, in cui gustare la cucina locale insieme a pregevoli opere architettoniche.