Il Beach volley è una delle attività sportive più praticate sulla riviera romagnola. I campi da beach sono infatti molto diffusi, e si può dire che – spazio permettendo – quasi ogni stabilimento balneare ne abbia uno. Non sono pochi gli stabilimenti balneari che ne hanno più d’uno. Il successo di questo sport è dovuto probabilmente al fatto che può essere giocato in compagnia e a qualsiasi livello. Il suo successo sulla Riviera ha avuto inizio negli anni ‘70, quando al bagno Fantini di Cervia si montò una rete da pallavolo, per giocare in spiaggia. Iniziarono a sfidarsi giocatori professionisti, come Panini Modena. “Poi, nel 1983, un viaggio in California mi fece scoprire il cosiddetto “Beach volleyball x2” e così, dall’anno successivo, misi in piedi la struttura organizzativa necessaria per far nascere questa disciplina in Italia. Era il 1984 ed Angelo Squeo, che all’epoca giocava a Bologna, mi diede una mano a far partire il tutto e proprio lui vincìnse in coppia con Peteriani il primo torneo ufficiale in Europa.

La nascita ufficiale del beach daterebbe al 1930, quando a Santa Monica, in California, fu realizzato un campo da pallavolo in spiaggia e si sfidarono due coppie di giocatori. La pratica crebbe, fino a che nel 1947 si disputò il primo torneo di “beach volleyball”. Dagli anni ’50 il “beach” entra a far parte dello stile di vita balneare degli abitanti. Il primo torneo sponsorizzato è del 1974, ed il primo campionato del 1976. Oggi il beach è addirittura uno sport olimpico.
I tornei organizzati nelle varie località della riviera, oggi, sono tanti, dai lidi ravennati a cervia a cattolica.
Ma forse lo sport più praticato sulla riviera sono i racchettoni o beach tennis. Questa volta nato in Italia, proprio nella riviera. Il gioco a due in spiaggia con il tamburello e poi anche con racchetta di legno è stato sempre presente sulle nostre spiagge. L’evoluzione che ha portato al beach tennis è stata dovuta all’utilizzo dei campi da beach volley – con la rete opportunamente abbassata – per giocare con racchette. Le racchette hanno oggi visto un’evoluzione dalle tipologie tradizionali in legno a materiali sintetici (kevlar, carbonio, vetroresina), molto più efficaci. I primi tornei di tennis da spiaggia sono stati giocati sulle spiagge dei Lidi Ravennati, a forte tradizione pallavolistica nel 1978. Il tennis da spiaggia è lo sport estivo predominante nella Riviera Romagnola, dove si trova circa la metà dei campi da gioco d’Italia.
Meno praticati, ma non per questo meno belli, il beach soccer, il beach foot volley, e il beach basket.